Gemellaggi​o col Liceo Carducci

Nell’anno scolastico 2010/2011 la classe 2B (liceo linguistico) ha fatto un progetto con la 2a classe del liceo linguistico “G. Carducci” di Merano.

Alcune voci della classe 2B                                                Bildergalerie

Abbiamo letto racconti sul tema “Stranieri” e li abbiamo discussi in classe, ma anche con i nostri compagni della scuola italiana.
Ci siamo, infatti, già scambiati alcune lettere.Tutti questi documenti vengono raccolti in una cartellina da ognuno di noi. L’avvenimento più grande di questo progetto sarà l’incontro tra le due classi. L’incontro è fissato per il mese di aprile. Lì finalmente avremo l’occasione di vedere i nostri “nuovi” compagni e di parlare e discutere con loro.
Speriamo anche di riuscire a realizzare insieme un piccolo progetto, ma questa è una sorpresa e preferiamo ancora non parlarne.

Speriamo tutti che il tempo passi in fretta, perché siamo tanto curiosi di incontrarci.

Alexandra Vetter

Il progetto del gemellaggio che abbiamo iniziato con una classe del liceo Carducci é stata una buona idea. Abbiamo la possibilità di parlare con altri studenti di un'altra madrelingua e impariamo meglio la seconda lingua. Abbiamo anche la possibilità di scrivere delle lettere in italiano e così per noi diventa anche più facile scrivere anche in italiano.

Possiamo dire che il tema del gemelaggio sono gli stranieri, forse anche perché loro hanno degli stranieri in classe. Fino ad oggi non mi ero mai confrontata con questo tema perché non mi sono mai trovata a tu per tu con dei ragazzi stranieri. Per me gli stranieri erano sempre persone di un altro colore, altre abitudini e con problemi con la nostra lingua. Ho imparato che gli stranieri frequantano le stesse nostre classi e tanti parlano il tedesco e/o l’italiano senza accento e che hanno gli stessi interessi e problemi come tutti noi.  Per loro è più difficile imparare la nostra lingua perché i loro genitori non sono sempre capaci di parlare l’italiano e il tedesco.

Con questo progetto ho imparato che gli stranieri sono come noi. Ho anche visto che non solo noi abbiamo problemi con la nostra seconda lingua, ma anche loro hanno difficoltà con la lingua tedesca. Non é importante il colore della pelle, che lingua parli e che religione hai e come sei cresciuto.

Claudia Tomasi