Un anno in L2 - Zweitsprachenjahr

IL PROGETTO

Nell’anno scolastico 20011/12 è stato avviato nella nostra scuola, secondo le modalità indicate dallo "Studio di fattibilità in merito alla mobilità di studenti tra scuole italiane tedesche e ladine" del 12.10.01  delle tre Intendenze, il progetto di mobilità di studentesse e studenti all’interno della provincia, che offre  la possibilità di frequentare il 4° anno presso istituti di un altro gruppo linguistico.

L'importanza di questo progetto è stata sottolineata dalla Giunta Provinciale con la deliberazione n. 4250 del 17.11.08 con cui sono stati approvati i criteri organizzativi e didattici per l’attuazione dell’iniziativa. Essa costituisce un passo importante non solo per l’approfondimento linguistico, ma soprattutto per la conoscenza, il rispetto e l'apprezzamento del vicino e della sua cultura, base per un’autentica convivenza pacifica nella nostra Terra. A tal fine la scuola ha steso una Convenzione con i Licei e l’I.T.C. in lingua italiana di Merano per regolare la mobilità fra studentesse e studenti delle due scuole.

Alunne ed alunni raccontano la loro esperienza (a. sc. 2014/15)

Alunne ed alunni raccontano la loro esperienza

Un' esperienza da consigliare: Madeleine Gufler 5B (liceo linguistico)   

Gli obiettivi del progetto sono:
 

  1. Migliorare la competenza linguistica in L2 -  Verbesserung der sprachlichen Kompetenz in der Zweitsprache
  2. Interagire con giovani di diversa madrelingua - Interaktion mit Jugendlichen unterschiedlicher Muttersprache
  3. Conoscere in modo approfondito gli aspetti linguistici e culturali dell’altro gruppo - Kennen lernen sprachlicher sowie kultureller Aspekte der anderen Sprachgruppen
  4. Conoscere una realtà scolastica diversa - Kennen lernen einer anderen Schulrealität
  5. Creare una rete di relazioni tra le scuole dei due gruppi linguistici - Vernetzung der Schulen der drei Sprachgruppen

In base alla Convenzione nell’anno in corso partecipano al progetto complessivamente due studentesse e 2 studenti delle due scuole.

Responsabile di progetto:
prof. Daniela Rossi Saretto