Wieder voller Erfolg beim Flicorno d'Oro in Riva

 

Einige Teilnehmer wurden noch kurz vor der Bekanntmachung der Klassifizierung auf Italienisch interviewt:

FLICORNO d’ORO fra emozioni e speranze

Venerdì 13 aprile l’orchestra della nostra scuola ha partecipato all’ambito concorso musicale “Flicorno d’oro” che si tiene ogni anno a Riva del Garda. La nostra orchestra, diretta dal Professor Martin Graber, ha vinto per due anni consecutivi e non pare una chimaera potercela fare anche questa volta. Ma quali emozioni destano tali manifestazioni nell’animo degli studenti? Lo abbiamo chiesto a sei studenti.  

Quali sono le emozioni e i sentimenti che provate sul palco sapendo di essere ad un importante concorso musicale?

“L’impegno per me è quello di suonare in maniera esatta quindi cerco di non essere nervoso e cerco di suonare in armonia con i suoni degli altri.” (Mathias Grünfelder – tromba)

“Ognuno di noi ha una responsabilità verso gli altri, devi quindi essere attento e concentrato.” (Evelin Peer - alto sassofono)

“Trattandosi di un concorso ognuno cerca di dare il meglio di sé stesso.” (Julian Grünfelder - corno in fa)

“Prima dell’esibizione cerco di raggiungere una calma interiore.” (Thomas Schölzhorn – percussioni)

“Quando mi sono trovavo alle campane sapevo che sarei riuscito a battere col martello al momento giusto perché se ti eserciti tanto tutto poi sembra funzionare in automatico, ho guardato il direttore e sono partito.” (Gruber Julian – percussioni)

Che rapporto viene ad istaurarsi fra voi e con il direttore d’orchesta?

“Per suonare in armonia è molto importante che l’orchestra sia affiatata e che i musicisti siano amici, in questo modo il suono ne guadagna. Noi siamo tutti amici e andiamo d’accordo.” (Thomas Schölzhorn – percussioni)

“Ci si sente parte di una squadra e si cerca di non deludere il direttore d’orchestra.” (Max Calanducci – percussioni)

Come avete trovato il pezzo obbligatorio da suonare?

“Il pezzo obbligatorio non era molto difficile ma sappiamo che la giuria pretende molto e avrà confrontato alcuni particolari passaggi con l’esecuzione degli altri concorrenti.” (Mathias Grünfelder – percussioni)

“Fra i pezzi scelti quelli che mi hanno donato più sensazioni erano Pesci e Sagittario poiché sono suoni in crescendo, una vera emozione! (Mathias Grünfelder, Evelin Peer, Julian Grünfelder)

Come avete trovato il pezzo di vostra scelta?

“Saga e un pezzo molto bello ci sono tempi lenti e tempi molto veloci e l’alternarsi mette i brividi! (Thomas Schölzhorn – percussioni)

“A me Saga è piaciuto moltissimo, anche perché a me sembrava avere un che di medievale e di irlandese, è musica da balletto e subito mi fa pensare all’Irlanda.” (Julian Grünfelder)

“A me Saga è piaciuto molto perché ci sono molte occasioni per dei brevi assolo per esempio per flauto traverso o per sax, tromba o clarinetto ecc.” (Anna Weithaler)

Che pronostici fate sulla vittoria?

“E’ Venuto ad ascoltarci Justin che ha fatto la maturità l’anno scorso e per anni ha fatto parte dell’orchestra, e lui ha detto che la nostra esecuzione era assai buona, così questo mi fa sperare che si possa vincere, sarebbe la terza volta!!!” (Mathias Grünfelder - percussini)

“Per me è difficile valutare perché è la prima volta che partecipiamo al concorso e non abbiamo avuto modo di ascoltare i nostri avversari. Speriamo!!” (Thomas Schölzhorn – percussioni)