How will we live together?

La classe 3D alla Biennale di Architettura di Venezia

Due giorni dedicati all'arte, all'architettura e alla storia nella splendida Venezia sono state le ultime esperienze compiute dalla classe 3D del Kunstgymnasium mit Fachrichtung Grafik. Una occasione unica per conoscere da vicino un evento mondiale e una città che ha mille aspetti e mille storie da raccontare. L'estate di San Martino poi, ha fatto il resto regalando un clima mite, sole, tramonto e alba spettacolari!

 
Grazie alle due guide prese per visitare l'esposizione all'Arsenale e ai Giardini, gli studenti hanno potuto addentrarsi nei contenuti della 17. mostra di architettura ed esercitare l'ascolto e l'interazione in lingua italiana. 
Ogni due anni, fra maggio e novembre ha luogo questo evento capace di coinvolgere numerose nazioni del mondo. Quest'anno il curatore era Hashim Sarkis, architetto, docente  universitario e ricercatore nonchè Preside della School of Architecture and Panning al Massachusets  Institute of Technology ( MIT)
Egli ha così sintetizzato i variegati contenuti dei numerosi padiglioni:

 “In un contesto di divisioni politiche acutizzate e disuguaglianze economiche crescenti, chiediamo agli architetti di immaginare spazi in cui possiamo vivere generosamente insieme”

"La Mostra Internazionale comprende i lavori di 112 Partecipanti provenienti da 46 Paesi con una maggiore rappresentanza da Africa, America Latina e Asia e con un’ampia rappresentanza femminile. La Mostra è organizzata in cinque “scale” (o aree tematiche), tre allestite all’Arsenale – Among Diverse Beings, As New Households, As Emerging Communities – e due al Padiglione Centrale – Across Borders e As One Planet."

Alcuni studenti non erano mai stati a Venezia e così la Piazza San Marco con la Basilica e il Palazzo Ducale, il Ponte dei sospiri, il Ponte di Rialto, la Riva degli Schiavoni, il Canal Grande, gondole, gondolieri, calli, campi e campielli sono stati motivo di scoperta e meraviglia! La visita del Ghetto ebraico con una abbondante cena casher e le sue specialità mediorentali a base di verdure e legumi,  hummus, falafel, lactes, cus-cus, melanzane, carciofi fritti, hanno concluso egregiamente la prima lunga giornata di viaggio!